di Federica Gemma 5 Agosto 2013
budino fatto in casa

Da ragazzina per stupire i familiari preparavo il budino, ma non mi ero mai chiesta come si fa davvero il budino. Senza busta, intendo.

Una volta cresciuta la domanda me la sono fatta, e questa settimana, per la serie autoproduzione, mi sono cimentata con un super classico: il budino al cioccolato fatto in casa.

Attenzione, preparati a parte, la ricetta non contiene colla di pesce o gelatina per addensare.

Ingredienti: (la dose è abbondante, dimezzatela se non avete in famiglia divoratori di budini, io al momento ne ho la casa piena).

1

1 lt di latte fresco

80 gr zucchero

80 gr burro

50 gr cacao in polvere amaro

50 gr cacao in polvere dolce

1 uovo

90 gr farina tipo 00

Note: potete sostituire al cacao il cioccolato fondente o ciò che preferite, facendolo sciogliere a bagnomaria prima di unirlo al composto. Oppure potete usare solo un tipo di cacao, quello amaro e se credete, aggiungere un cucchiaio di zucchero in più.

Preparazione:

Tagliamo il burro a tocchetti e facciamolo ammorbidire, aggiungiamo lo zucchero e lavoriamo il composto. Aggiungiamo poi l’uovo intero e i due tipi di cacao setacciati, successivamente la farina. A questo punto, NON avrete un “mappazzone” come temevo, bensì un composto spesso e morbido.

2

Aggiungiamo a filo il latte, precedentemente fatto scaldare, e continuiamo a mescolare.

Una volta incorporato tutto il latte trasferiamo il composto in una pentola dal fondo spesso e accendiamo il fuoco. Mescoliamo sempre, anche se è noioso, anche se fa caldo.

Portiamo a ebollizione e sempre mescolando, facciamo cuocere per 2 minuti. Il vostro budino non deve avere grumi né si deve attaccare al fondo della pentola, pertanto, in sintesi, dovrete incrementare il tono muscolare del braccio destro, sinistro se siete mancini.

Versiamo il budino negli stampini o in un’unica grande forma, e lasciamo raffreddare per qualche ora.

7

Rovesciare il budino con abile mossa da giocoliere, specie quando è riuscito bene come stavolta, è una soddisfazione.

Riassunto. Obiettivi raggiunti quattro: (1) dolce buonissimo (2) autoprodotto senza buste (3) senza colla di pesce.

E il quarto? Braccio allenato, che non è poco.

In precedenza:
– Labneh
– Succo di frutta senza centrifuga
– Latte di riso
– Granola, cereali da colazione
Tofu
Lemon curd
— Hummus