Torta di broccoli

Sproloquiare perché le zucchine sono aumentate, in febbraio, non sembra essere una buona idea. Porsi come obbiettivo l’assaggio di ogni varietà di cavoli, broccoli e famiglia-crucifera dello Stivale, va molto meglio. Avendo trovato dall’ortolano di fiducia il broccolo fiolaro, non possso esimermi dal cucinarlo. Somiglia alle cime di rapa, ma senza le inflorescenze, ai broccoletti calabresi, ma ha foglie più slanciate, è tipico del vicentino, si sostituisce all’occorrenza con qualunque altro tipo di broccolo.

Torta salata? Mi sa di sì. Dissapore per scambiarci dritte e osservazioni? Il mezzo più adatto. Le vostre impressioni? Sempre benvenute.

Ingredienti per la torta di broccoletti

Pasta brisèe:
250 gr di farina 0
150 gr di burro freddo
Pizzico di sale.

Ripieno:
500 gr di broccoletti, nel mio caso broccolo fiolaro di Creazzo
3 uova
3 cucchiai di formaggio grattugiato
½ bicchiere di latte fresco intero
Qualche filetto di acciuga sott’olio
Olio extravergine
1 spicchio d’aglio (anche di più eh?)
1 peperoncino
Sale qb

Torta di broccoliTorta di broccoli, preparazioneTorta di broccoli, preparazioneTorta di broccoli, preparazioneTorta di broccoli, preparazione

Ore 17.00: questa torta salata prevede che un guscio di pasta accolga il ripieno morbido e saporito. Okay, ma quale pasta? Soluziona A: la sfoglia, ma ho più di un dubbio. Primo) volendo farla in casa bisogna prevedere più di un’ora di lavoro per dare i giri alla pasta, almeno sei. Secondo) si potrebbe comprare, ma devo ancora trovare una sfoglia commerciale fatta solo di farina e burro, quindi la escludo a priori. Terzo) supplicare un pasticcere di vendermi la sua sfoglia artigianale potrebbe essere un’idea, resterebbe da risolvere il problemone della cottura: a me le torte salate di pasta sfoglia restano sempre mollicce sotto. Quindi la scelta cade sulla pasta brisèe, più facile e rustica dell’altra, ma dal risultato assicurato.

Impasto velocemente farina e burro con un pizzico di sale fino a ottenere delle grosse briciole. Aggiungo qualche cucchiaio di acqua gelida per formare una pallina di pasta che avvolgo nella pellicola e faccio riposare al fresco.

Ore 17.10: broccoletto, a noi due. Metto a bollire una pentola d’acqua, accendo il forno a 180°, lavo i broccoletti. Una cosa che mi piace di questa verdura è che, se ne compro mezzo chilo, mezzo chilo finisce in padella, perché non ha scarti, si mangia tutto.

Ore 17.16: sbollento i broccoletti per 4-5 minuti, li faccio scolare e li trito grossolanamente, poi li ripasso in padella con tre cucchiai di olio evo, uno o più spicchi d’aglio schiacciato e i filetti di acciuga fatti sciogliere nell’olio. Aggiusto di sale. L’aggiunta del peperoncino è a gusto personale: per chi come me gira con un porta-peperoncino in borsetta (giuro) è un must.

Ore 17.27: devo aspettare che le verdure ripassate si raffreddino per aggiungere le uova evitando il “mappazzone” (Barbieri santo subito). Nell’attesa posso stendere la brisèe. Dunque, giù di mattarello sulla spianatoia appena infarinata a tirare finché non raggiungo uno spessore di pochi millimetri,’ché voglio sentire il ripieno. Rivesto una tortiera di carta forno e vi adagio la sfoglia aiutandomi col mattarello. Uso la pasta che sborda per formare delle striscioline da mettere sopra al ripieno a guisa di graticola: oltre a essere decorative, hanno il principale scopo di trattenere il ripieno durante la cottura.

Ore 17.34: in una ciotola sbatto le uova col latte, il formaggio grattugiato (ho usato Mariech mezzano, ma il formaggio che avete in frigo andrà comunque bene) e un pizzico di sale. Travaso il composto sui broccoletti ripassati, mescolo bene e verso tutto nell’involucro, livellando la superficie. Completo con la graticola di pasta decor-contenitiva e via nel forno, 180° ventilato.

Servono circa 40 minuti di cottura e la conoscenza del forno aiuta a ottenere un buon risultato: io, per esempio, ho messo la torta nel ripiano più basso per 30 minuti, alzandola poi in quello intermedio per gli ultimi 10. In questo modo si è cotta perfettamente sotto e sopra.

Una torta salata come questa basta per 12 persone volendola offrire a un aperitivo, per 6-8 se si tratta di una portata, per 4 se, come nel mio caso, sarà sorbita per cena accompagnata da una tazza di brodo di gallina mmm.

Torta di broccoli, preparazioneTorta di broccoli, preparazioneTorta di broccoli, preparazioneTorta di broccoli, preparazioneTorta di broccoli, preparazione, Rossella Bragagnolo

Quanto mi costa? Facciamo i conti:

— 250 gr di farina 0 bio: 33 cent
— 150 gr di burro: 1,35 euro
— 500gr di broccolo fiolaro: 1,25 euro
— 60 gr di formaggio stagionato: 70 cent
— 3 uova: 1,05 euro
— 3 cucch. di olio evo: 25 cent
— 10 gr di acciughe sott’olio: 24 cent
— 50 cc di latte fresco intero: 5 cent

Totale: 5,22 euro
Per una abbondante porzione: 1,30 euro circa.

Ricetta che si presta a molte varianti in base ai gusti di ognuno. Un po’ laboriosa, forse, ma fattibile in meno di un’ora più il tempo di cottura. Suvvia, cosa volete che sia un’ora nell’intero weekend?

E voi broccolate spesso? Nel senso di cucinarli, claro. Come li preparate? In torta li avete mai fatti? E quali altre torte, crostate o sfoglie salate preparate per i vostri fortunati commensali? Orsù, raccontate.

[Crediti | Immagini: Marco Banderne. Diario di una ricetta: (1) Vellutata di zucca (2) Gratin di patate e porri (3) Torta di zucca o Pumpkin pie (4) Risotto alle castagne (5) Fettunta (6) Sarde in saor (7) Hamburger vegetariano (8) Involtini di verza (9) Biscotti di Natale allo zenzero (10) Finocchi al forno (11) Brownies (12) Radicchio rosso sotto vetro]

commenti (8)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Non l’ho mai mangiata.Ed è un motivo per farla.Non mi sgridate se utilizzo una pasta
    Brisèe confezionata.Li mangio con la pasta.O come contorno.E,guarda un pò,ci metto
    le alici ,quelle sotto sale.Che dire,il tuo viso è buono come quella torta che guardi.
    Buona Domenica.

  2. Io adoro le torte salate e ne faccio di tutti i tipi, seguendo la stagionalita’ degli ingredienti. Normalmente faccio un impasto con farina sale olio evo e acqua che si accompagna bene a ogni tipo di ripieno ed e’ adatta anche ai vegani. Questa coi broccoli mi pare cosi’ buona che vado subito a farla, ma coi broccoli siciliani che ho comprato ieri. Grazie per la ricetta, buon weekend a tutti.

  3. Avatar Paola ha detto:

    Appena sfornato uno strudel salato..preferisco questa alla pasta brise’,con ripieno di carciofi,prosciutto e formaggio..i cavoli no,proprio non ci piacciono in nessuna versione

  4. Avatar mafi ha detto:

    Ieri sera orecchiette con i broccoli!
    Le torte salate le faccio più spesso nella bella stagione -peperoni e provola affumicata sono ormai un classico qui- e come pasta ti dirò, le ho provate un po’ tutte e mi piace molto anche usare quella lievitata (quando proprio sono in vena più che torte salate sforno dei calzoncioni ripieni).
    Lo so, sono banale ma il mio ripieno preferito è il semplicissimo ricotta e spinaci/bietole: la torta pasqualina la mangerei anche adesso, per dire.
    Buona giornata:-)
    [mi piace molto la tua rubrica]

    1. Avatar andre ha detto:

      Io dopo aver sperimentato millanta ricette di pasta brisèe mi sono innamorato di quella di Pierre Hermè (ma che strano!). Impasti 190g di burro morbido con 5g di sale, aggiungi poco alla volta 50ml di acqua o latte a t ambiente, ed infine 250g di farina 00 poco alla volta. Formi la palla e lasci riposare per minimo due ore.

      Friabilissima, burrosa, tanto friabile che sembra una sfoglia.

  5. E brava la nostra Rossella! attendo con ansia l’appuntamento della ricetta del weekend. Proverò sicuramente la tua versione della pasta brisèe.
    A casa nostra le torte salate vanno che è un piacere, con tutte le verdure possibili che la stagione concede. Di solito io metto meno uova e più formaggio e salto la sbollentatura nel caso di biete, broccoli, coste, spinaci e affini cuocendo tutto direttamente in casseruola con l’intento di mantenere quanti più principi nutritivi possibili.