polemiche

ultimi post

Cari giornali, quando avete finito di sviolinare il vino del signor Diesel, Renzo Rosso, magari avvisateci

Cos’hanno in comune Sting, Rocco Siffredi, Massimo D’Alema, Oliviero Toscani e Renzo Rosso. I soldi, l’età? No, e non fate ipotesi azzardate: semplicemente producono vino. Sarà la deriva panteista dei post-cinquantenni, la patina cool del mondo del vino (tanto la fatica vera la fanno gli altri, dirà qualcuno), o la voglia di mettersi in gioco ...

0 commenti

Segno dei tempi: ora “stronza” e “slow food” stanno nella stessa frase

Ho letto una violenta definizione di Slow Food data dal giornalista e polemista Pietrangelo Buttafuoco. «Dicesi slow food di un posto, di una trattoria, di una stalla, di un luogo qualsiasi dove si trovava un formaggio squisito che il contadino vi vendeva a buon prezzo ma dove adesso hanno messo una stronza, magra come un ...

0 commenti

Hard Rock Cafè Firenze: è una catena ormai

Anche se non ne sentivo parlare dall’estinzione dei dinosauri, ieri a Firenze hanno aperto un Hard Rock Cafè. Pare somigli a una discreta percentuale di altri Hard Rock Cafè del pianeta, e comunque non è vero che gli Hard Rock Cafè li frequentano solo i serial killer per rubare i cimeli rock. Che ci sono, ...

0 commenti

Le Bandiere blu 2011 e il criterio CdC (ca**o di cane)

Esperti di raffinati riconoscimenti turistici a me. Abbiamo tutti visto una quantità sufficiente di cose per sapere che il problema non è Bandiera blu sì o no. Ma credetemi, da mezz’ora guardo ‘sta mappa e i criteri di assegnazione mi sono chiari quanto la ricetta del risotto oro e zafferano è chiara a Benedetta Parodi. ...

0 commenti

Gabriele Bonci, oltre la pizza c’è di più

Questo è il caso di una stroncatura, qualcuno la ricorderà, curiosa perché a parti invertite, indirizzata cioè da uno chef (lievitista, fornaio, pizzettaro, fate voi) a una guida (rivista, canale sat, editore, fate voi).

0 commenti

InviTato speciale a chi? Gioie e dolori di un critico gastronomico

Preso atto di come bisogna scrivere di ristoranti, cosa dire e cosa no, vi ricopio qui, visto che io sul rapporto critici/chef tipo Red e Toby – Nemiciamici nemmeno riesco più ad avere pensieri senzienti, ciò che pensa a riguardo il solito Valerio Visintin, critico, e ormai nostro (sublime) polemista di riferimento. L’occasione è l’inaugurazione ...

0 commenti

Lettera aperta allo chef Marco Stabile

Buona sera, Chef Ho riflettuto molto su cio che è accaduto (uno e due) e vado subito al punto. Per quanto possa essere irritante dirlo, credo di avere ragione. Eppure coltivo un forte senso di colpa. Credo dipenda dal tono aggressivo che ho usato per descrivere il (famigerato) video in cui cuoci una bistecca. Senza ...

0 commenti

Se critichi sei un un fanatico. O della bistecca alla fiorentina di Marco Stabile

Ricordate le mie riflessioni a voce alta sull’esibizione di Marco Stabile, lo chef del ristorante Ora d’Aria di Firenze? Scrivevo, dei cuochi che prendono applausi negli show cooking (oggi si chiamano così), e che allo stesso modo dovrebbero accettare le critiche di qualche gastrorisoluto come me, quando è il caso. Io volevo solo capire idea ...

0 commenti

“Lo chef è un Dio” di Ilaria Bellantoni, parla Carlo Cracco

Dopo aver raccolto le cose che la giornalista Ilaria Bellantoni voleva dire ai lettori di Dissapore, abbiamo pensato di rivolgere qualche domanda al grande accusato del suo libro “Lo Chef è un Dio”, presumibilmente Carlo Cracco. Ecco cosa ci ha risposto. Parlare al telefono con Carlo Cracco è una specie di impresa. Hai l’impressione che ...

0 commenti