vintage

ultimi post

Il Buonappetito del cibo perduto: Fiorello memories

Sulla scia di libri come Dizionario delle cose perdute di Francesco Guccini o Trascurabili momenti di felicità di Francesco Piccolo abbiamo ricordati i cibi perduti del passato. Dalle sigarette di chewing gum al Fiorello Locatelli

0 commenti

1992 la serie: 8 ossessioni culinarie degli italiani tra alta cucina e bassa politica

Prima della colonizzazione dei bar a opera dello Spritz, a Milano si beveva il Negroni, unico e solo. A ricordarcelo ieri sera, nella scena della giornalista del Corriere che cerca di spillare informazioni al poliziotto, è stato 1992, nuova serie tutta italiana che racconta in 10 puntate l’annata dell’esplosione di Mani Pulite (ma anche la fase ...

0 commenti

Alimentazione corretta: 9 differenze tra la dieta di oggi e quella degli anni Novanta

Abbiamo appena deglutito l’ultima fetta di cotechino, il pandoro è ancora lì che ammicca. Ma il mio corpo reclama alimentazione corretta, in altre parole una dieta. Per un momento, complice l’eccesso di glucosio, ho pensato di esclamare anche io come Gwyneth Paltrow: “It’s all good!“da dietro un bicchierone di frullato di cavolo nero e pompelmo. ...

0 commenti

Ci facevano sentire economicamente sostenibili: 11 cari, vecchi panini che mangiavamo prima dell’hamburger gourmet

Tempi duri: si va al ristorante per mangiare l’hamburger gourmet. Ma con la pizza sotto attacco e il portafogli vuoto i panini restano l’ultimo baluardo prima del buffet asiatico mangi-tutto-a-9-euro-e-90. Però, che effetto farebbe una paninoteca gourmet se invece di hamburger, kebab e falafel servisse pane carasau, focacce liguri, piade e panini con le frattaglie? Un successo? ...

0 commenti

10 lezioni di vita che la pubblicità sul cibo ha dato a noi figli degli anni 80 e 90

Nelle pubblicità del ventennio anni 80 – anni 90 abbiamo imparato molte verità scomode sulle nostre esistenze: da come erano infelici le nostre estati senza biciclette, minigonne e gelati a quanto fossero antipatiche le ragazzine snob che parlavano coi cavalli. Altre cose solo i più lungimiranti di noi avrebbero potuto comprenderle, guardando lo spot della ...

0 commenti

100 anni fa Vs. Oggi: chi conosce il significato di parole chiaramente dimenticate come guantiera, cordiale o biancomangiare?

La prima volta che ho provato un brivido  di piacere nel leggere una parola “antica” in cucina, avevo in mano il ricettario di Pellegrino Artusi. La parola era balsamella, un’italianizzazione della sauce bechamel francese. Lì per lì mi aveva fatto ridere, non perché fosse buffa, ma per il senso di straniamento di quella salsa tanto famigliare, ...

0 commenti

Sono passati 20 anni dal pranzo di Ferragosto del 1994, e questo è intollerabile

Un tempo Ferragosto era un a festa di famiglia. Forse in qualche sparuto angolo dello Stivale, accanto alla processione più o meno religiosa e più o meno folkoristica la tradizione resiste ancora. Per quel che mi riguarda, tra i trentenni che mi vivono intorno, Ferragosto ora significa solo vacanza in qualsiasi punto del mondo (più ...

0 commenti