Adriano Aiello

Scrivo di cinema (Film Tv), cibo (Dissapore), vino (IlFatto). Sarei potuto essere un intellettuale. Fortunatamente, uscì la prima edizione di Championship Manager

Articoli recenti:

degustazione vini

Bere •

Summa 2016: la fuga dal Vinitaly che preferisco

Da qualche anno tra le fiere alternative al Vinitaly c'è Summa, che si svolge nella Tenuta Alois Ladeger. Ecco tutti gli assaggi più interessanti dell'edizione 2016... CONTINUA

gelato di pomponio

Bere •

Si può chiamare una gelateria Armonia e Poesia, maestro Di Pomponio?

Ermanno Di Pomponio è un maestro del gelato che dopo l'uscita da Neve di latte a Roma, apre una gelateria a Civitavecchia. Tutto bene? Si, tranne il nome: Armonia e poesia... CONTINUA

Anteprima Chianti Classico

Bere •

Chianti Classico: 10 etichette da comprare

Il Chianti Classico piace, il Chianti Classico tira. Il Chianti Classico è il vino da ordinare in enoteca per fare colpo. Ma quali etichette comprare? Ecco 10 consigli per andare sul sicuro... CONTINUA

Amarone

Bere •

Amarone: quali marche comprare?

L’Amarone piace, l’Amarone tira. L’Amarone è il vino da ordinare in enoteca per fare colpo. Ma quali marche comprare? Ecco 8 consigli per andare sul sicuro... CONTINUA

essenza, ristorante, milano

Bere •

essenza milano

 

merano wine festival 2015

Vino •

Caldo, opulenza, fallimenti e vittorie facili: Merano Wine Festival 2015

Il Merano Wine Festival oltre a essere il luogo dell’opulenza vinicola, dei grandi brand, delle terme, degli anni 90 perpetui (parafrasando Fiorenzo Sartore), delle folle oceaniche, del biglietto da 100 euro, dell’escursione termica da pleurite fulminante, delle sporadiche compagne dei produttori nude che monopolizzano l’ormone maschile, è il luogo dove ogni progettualità va a farsi […]... CONTINUA

vitigno cesanese di olevano romano

Bere •

Cesanese: bere il vino rosso di Roma a Milano per vedere l’effetto che fa

Che cos'è il Cesanese di Olevano romano, noto come Il rosso di Roma, il più antico vitigno laziale. Piccolo bignami... CONTINUA

risse al ristorante

Bere •

Le 10 risse più grottesche causate dal cibo

L’altra sera mi è capitato di riflettere. Accade di rado, solitamente nelle lunghe attese notturne della metro verde di Milano (mia nemesi, l’ultima volta che ne ho usufruito senza attenderla almeno 22 minuti l’Inter giocava un bel calcio) mentre fisso il distributore di cibo. Lo guardo intensamente, chiudo gli occhi e spero si materializzi qualcosa […]... CONTINUA

margherita rise live bistrot

Bere •

Può un forno a gas cuocere la pizza meglio di quello a legna? Il caso Rise Live Bistrot

Qualsiasi ingurgitatore lombardo di buona pizza conosce Il paradiso della pizza di Vimercate (Monza): l’asporto con il più ampio differenziale tra qualità della proposta e bruttezza insindacabile del contesto (un centro commerciale modello fine anni 80). Però Marco Locatelli, il pizzaiolo, in questi ameni luoghi si è fatto un nome a suon di studio, preparazioni inappuntabili, […]... CONTINUA

Bere •

Ristoranti Bergamo: 8 indirizzi per mangiare bene spendendo poco

Piazza difficile Bergamo: autoctoni spesso scontrosi, città austera e fieramente antimodaiola, decisamente antivegana. Detto così può sembrare un paradiso, ma può non esserlo. Per citare un ristoratore con cui ho scambiato qualche considerazione: “Da queste parti ti puoi inventare quello che vuoi, ma poi la gente vuole mangiare casoncelli, taleggio, polenta e carne. Tanta carne, […]... CONTINUA

McLobster

Bere •

McDonald’s: chi compra il McLobster a 10 euro?

Alla fine lo hanno fatto. In un tripudio di ossimori e invettive da marketing estremo McDonald’s ha affiancato al McVeggie e al McAngus, il McLobster: panino con l’astice canadese che costa 10 euro insieme una bibita, qualche centesimo meno in solitaria, 2 euro di più in versione menù. Lo hanno fatto perché: — Siamo sotto […]... CONTINUA

Hamburger McDonalds

Grande Notizia •

I migliori hamburger delle peggiori catene d’Italia: laidi, corrotti e di massa

Contro la pedante retorica del mangiare sano/giusto/biologico/da allevamento non intensivo e bla, bla, bla, si anima (fortunatamente) un sentimento di resistenza. Soprattutto d’imbarazzo verso il proliferare di un nuovo tipo sociale: colui che non ha un punto di vista etico e politico sul mondo, sul lavoro, sugli assetti internazionali, ma ha opinioni forti sul formaggio […]... CONTINUA