La teoria del pacchero—Mangiare, bere, e farsi pagare dal giornale. Abbiamo scodellato l’inarrivabile teoria del pacchero per spiegarvi come si diventa critici gastronomici.
—Ancora su Mangiare, bere, e farsi pagare dal giornale (in questo caso: Repubblica). Abbiamo constatato che si può fare senza nemmeno una vaga idea di come scrivere per internet. Brucia ma è così.
—Pensavamo che in caso di caduta della torre di Pisa, non sarebbe male se Giulia passasse di lì. Giulia è la ragazzina che ci molesta nello spot anti-crisi della Coca Cola.
—Crisi? Ci si comincia a chiedere quante calorie valgono i nostri soldi.
—Il sito del Corriere chiama Bambi i caprioli che divorano germogli delle viti nell’aristocratico Chiantishire mentre i cacciatori si preparano alla mattanza. Nobile causa, però chiariamoci una volta per tutte: Bambi era un cervo, non un capriolo.
—Letti i commenti, per dirimere il caso Vizzari (in quanto giudice di ristoranti) vs Don Alfonso (in quanto ristorante che rifiuta i giudizi) proponiamo una seduta di analisi collettiva.
—Altro caso: il ricco e potente Oscar Farinetti di Eataly. Imprenditore illuminato o giornalismo inginocchiato?
—Abbiamo radiografato come nasce uno “scoop” di Dagospia.
—A chi si bulla di conoscere tutti quelli che contano, abbiamo chiesto di indovinare in quale ristorante si è svolta la festa di Natale del Milan, sì, quella di Noemi e mamma Anna sedute al tavolo presidenziale. Scoprendo che
—Poche balle Pringles, non sei snack, sei patatina. Fanno 100 milioni di multa. In sterline.

commenti (5)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar COstaBrava ha detto:

    🙁
    Quasi ventiquattr’ore, ormai,
    nelle grinfie dell’antispam; non che il mio precedente commento fosse chissà cosa, ma ne riassumo comunque il senso:

    l’assoluta pertinenza dei commenti che leggo in Dissapore, pertinenza riferita ai temi proposti, è sconcertante. Vi fanno una domanda: voi conoscete la risposta, ma (sovente) la conoscono già anche tutti gli altri; quindi, cercate di dire qualcosa di diverso. Dite, che so, il contrario: una domanda su Rembrandt, per esempio, può provocare una risposta su DeGas… (cit.)

  2. Avatar CostaBrava ha detto:

    😎
    Quarantadue ore adesso, grossomodo,
    nelle grinfie dell’antispam: inizio a credere che il commento primigenio sia andato perduto, poco male ricop-incollo:

    Una settimana di Dissapori parzialmente espressi,
    più che di divergenze non appianate; è in corso una frattura tra commentatori smaniosi di esibirsi / e fruitori desiosi di partecipare, staremo a vedere se tal frizione giungerà a sfogarsi o meno, nei consueti nonsense, oppure se vi sarà sufficiente buonsenso da ambo le parti, per coabitare e ragionare assieme.

    Poiché se saliamo tutti quanti sul palcoscenico, poi chi rimane in platea a plaudire? O a fischiare, s’intende; risposta scontata, nessuno. Ed è appunto tale linfa che ha seccato, negli anni, ng e forum vari; io ch’intendo arroccarmi fermamente in loggione, invece, passo a redigere le mie pagelline:

    🙂
    Fresh 3.0 della settimana? A questo indirizzo

    Ci sono già molti thread sul grande chef, quindi non sto qui a tediarvi con recensione e descrizioni varie: siamo stati benissimo e, se volete, potete vedere le foto del pranzo qui (sono in chiaro per tutti, anche per i non friends Facebook)

    Non sto a tediarvi, se volete potete, in chiaro per tutti: grazie! grazie! grazie!

    🙁
    Fat 1.0 della medesima, invece?
    L’assoluta pertinenza, ove con assoluta si intende ripetitiva, ribadita sino allo sconcerto da dei giornalisti altrimenti in gamba: un’intera settimana spesa a battere sugli stessi punti, posizioni peraltro già sostenute ad nauseam… e insomma

    tutto molto interessante ma alla terza riga sbadigliavo già; vale anche per lei (voi, ndr) l’articolo di Bernardi sulla Granello…

    (e qui taglio: seguivano una dozzina di link esplicativi, troppi per non finire nuovamente nel cestino)

  3. Avatar Leonardo Ciomei ha detto:

    Ehm, Costa se mi leggi in questo limbo sperduto che è questo articolo il Fresh 3.0 della settimana sarebbe mio… 🙂

    1. Avatar CostaBrava ha detto:

      Lo so… anzi no, lo sapevo già.
      Ma sarà questa, temo, l’ultima consapevolezza in tal senso: ché da quando ha smesso di postare Alessandra Serra, utente per la quale m’ero preso una sbandata cerebrale [*], il seguire i topic di Piazza è diventato un tormento mentale di cui faccio, sostanzialmente, a meno.

      [*] c’è un nuovo reality, qui nella mia testa:
      Sposerò Qualsiasi Donna sappia rifarmi, identico, quel passetto diagonale al min.sec. 0:49

    2. Avatar CostaBrava ha detto:

      > smesso Alessandra Serra, un tormento mentale di cui faccio sostanzialmen…

      🙂
      Ripensandoci devo ammettere che, pure amica speck ha il suo bel perché…