di Maria Iniziato 5 Ottobre 2020
Mont Blanc

È arrivato quel periodo dell’anno in cui ci possiamo divertire a preparare tante ricette dolci con le castagne. Eh sì perché castagne fa rima con autunno e con ottobre (date un’occhiata anche agli altri frutti di stagione di questo mese) e se vi vengono in mente subito le cadarroste d’altronde non posso darvi torto.

Le castagne però sono un ingrediente formidabile anche per la preparazione di numerosi dolci, sia con il frutto intero che con la farina, ideale anche per gli intolleranti al glutine. Un tempo le castagne e la farina di castagne erano considerate il “pane dei poveri”, perché molto più economiche e alla portata di tutti. Successivamente, non si è persa l’abitudine di utilizzare le castagne in cucina, sia per ricette dolci che salate.

Oggi ci soffermeremo sulle prime, presentandovi 10 dolci con castagne, dal classico castagnaccio al Mont Blanc, dalla mousse al budino, per mangiare questo frutto ricco di nutrienti ed energia da qui alla fine dell’inverno.

Castagnaccio

castagnaccio

Non potevamo che cominciare con uno dei dolci più popolari da fare con le castagne: il castagnaccio. Tipico dolce autunnale della tradizione popolare toscana, oggi si prepara senza distinzioni da nord a sud. Il castagnaccio, oltre a essere molto semplice da fare, non ha farina né uova e quindi è adatto sia a celiaci che a vegani. Come ogni ricetta della tradizione che si rispetti, ne esistono decine di varianti, questa è la nostra.

Torta di mele e farina di castagne

torta di mele e farina di castagne

Uno dei dolci più classici di sempre, la torta di mele, arricchito dalla farina di castagne: un connubio che dà ancora più gusto a un dolce già di per sé perfetto. La torta di mele è il dolce che automaticamente riporta alla mente la mamma, la nonna e le domeniche pomeriggio in famiglia davanti al camino (per chi ce l’aveva) o alla tv. La farina di castagne dà una spinta in più alla torta di mele e la rende più rustica e sostanziosa. Qui la ricetta per rifarla a casa.

Torta al cioccolato con castagne

torta al cioccolato con castagne

Se la torta di mele è il dolce della tradizione per eccellenza, che dire della torta al cioccolato? Un dolce semplice, sano, profumato e morbido che può diventare torta da colazione ma, se arricchita con creme o altre preparazioni si trasforma in un dessert di fine pasto o in una torta di compleanno. E se vi dicessi che aggiungendo farina di castagne e castagne tritate all’impasto il risultato è super? Provate a farla con la nostra ricetta e poi mi fate sapere.

Mont Blanc

Mont Blanc

Tra i dolci con le castagne, il Mont Blanc è probabilmente il più lussurioso: una montagna di castagne, panna e cacao da godimento assoluto a ogni cucchiaiata. Il dessert di origine francese ha molti estimatori anche in Italia, ricordiamo tutti la celebre frase di Nanni Moretti in Bianca, che descrive il Mont Blanc “come uno zaino: lei se lo porta appresso per un mese e sta sicuro”. Dunque: la ricetta originale prevede che siano utilizzati dei marroni, i cugini stretti delle castagne, ma potete utilizzare benissimo anche una delle tante varietà di castagne di cui il nostro Paese è ricco. Prepararlo è molto semplice, basta sbucciare i marroni (o le castagne) e bollirli con latte, zucchero e vaniglia. Passateli quindi al setaccio con uno schiacciapatate e aggiungete cacao e rum. Formate poi una montagnetta (con lo schiacciapatate o con la sac à poche) che guarnirete con panna montata e cioccolato fondente. Per una variante con una consistenza diversa, potete inserire del pan di spagna alla base o della pasta sfoglia e proseguire con la costruzione della montagnetta.

Marron glacé (o castagne glacé)

E dopo il Mont Blanc non possiamo che citare i marron glacé, una vera e propria delizia per i palati più fini. Anche qui è facile intuire che è preferibile usare i marroni ma tra le ricette dolci con le castagne era d’obbligo inserire anche questa. Se vi è capitato di comprarli in pasticceria, avrete sicuramente notato che non si tratta del dolce più economico in circolazione. Questo perché è un dessert che richiede una preparazione lunga ed elaborata, oltre alla scelta di materie prime di altissima qualità. Armatevi quindi di pazienza ma vi assicuro che il risultato finale ricompenserà di tutto il lavoro fatto.

Dopo aver bollito le castagne per poterle sbucciare, cuocetele in una casseruola ampia e scolatele facendo attenzione a non romperle. Preparate uno sciroppo con zucchero, acqua e vaniglia e incorporatevi delicatamente le castagne, fate bollire 1 minuto e poi fate riposare per 24 ore. Ripetete questa operazione per 4 volte (quindi per 4 giorni), dopodiché farete definitivamente asciugare i marron glacé per circa 3 ore.

Crepes alle castagne

crepes alle castagne

Le castagne possono essere anche un ripieno goloso per delle deliziose crepes. Se volete un dessert totalmente a tema, allora potete utilizzare la farina di castagne anche per la preparazione dell’impasto delle crepes, altrimenti andrà bene la farina di tipo 1 o, per un gusto più rustico, la farina di grano saraceno. Per il resto, la ricetta è pronta per essere riprodotta passo per passo.

Mousse di castagne

Se vi piacciono i dolci al cucchiaio vi proponiamo una ricetta per un dessert di fine pasto che farà la gioia dei vostri ospiti. La mousse di castagne sorprenderà tutti per il suo gusto rotondo e avvolgente. Lessate e spellate le castagne e fatele bollire per 20 minuti con latte, zucchero e vaniglia (stecca o estratto). Frullate tutto fino a ottenere una crema liscia e omogenea. Fate raffreddare e incorporate della panna montata. Versate nelle coppette e guarnite con scaglie di cioccolate fondente. Lasciate in frigo fino a qualche minuto prima di servire.

Crostata con confettura di castagne

crostata castagne

Le castagne si prestano anche a essere trasformate in deliziose confetture che, vista la consistenza cremosa del frutto, possono essere gustate anche a cucchiaiate (ogni riferimento è puramente casuale). Se volete farla in casa, ecco la nostra ricetta, ma potete aggiungere del cacao per renderla ancora più goduriosa o spezie come cannella o chiodi di garofano. E poi, usatela per preparare una crostata, facendo attenzione a non fare uno di questi errori.

Budino di castagne

budino castagne cioccolato

E veniamo a un altro dolce della tradizione che piace soprattutto ai bambini: il budino. Un dolce al cucchiaio semplice da preparare che potete fare sia partendo dalla farina di castagne che dalle castagne lessate e poi ridotte in purea. Basta aggiungere panna fresca, zucchero, colla di pesce e i vostri aromi preferiti. Se siete vegani, al posto della colla di pesce potete usare l’agar agar, inoltre, per un budino ancora più goloso, aggiungete anche del cacao o del cioccolato fondente.

Calzoncelli di castagne

calzoncelli castagne

Tra le ricette dolci con le castagne non posso non inserire un dolce che fa parte della tradizione del mio territorio: i calzoncelli di castagne. Dei deliziosi ravioli dolci fritti con un ripieno di castagne e cioccolato tipici del salernitano ma che si possono trovare, con alcune varianti, su tutte le tavole delle regioni del sud a Natale. Parliamo infatti di uno dei tantissimi dolci della tradizione natalizia che, così come le pastiere a Pasqua, passano di casa in casa ma, ovviamente, quelli più buoni sono sempre i propri. Confesso di aver assistito molte volte alla preparazione di questi dolcetti ma di non aver mai provato a farli, sia perché la preparazione è davvero molto lunga ed elaborata, sia perché li fa ancora mia mamma per tutta la famiglia (sono quelli in foto). In rete si trovano molte ricette e, naturalmente, ognuno pensa che la sua sia quella perfetta. Si tratta di una sfoglia fatta con farina, uova, zucchero, olio, aromatizzata con vermouth o vino bianco, vaniglia e scorza di limone. Ma la goduria arriva dal ripieno, composto da castagne, pere, cioccolato fondente, caffè, zucchero, liquore all’anice (o strega o limoncello), cacao, pinoli e cannella. Il ripieno va preparato almeno il giorno prima, perché deve riposare in frigo in modo che tutti gli ingredienti e gli aromi si amalgamino bene tra loro. Dopo aver steso la sfoglia – sottilissima, mi raccomando – e riempito i calzoncelli, vanno fritti in abbondante olio d’oliva e ricoperti di zucchero a velo o miele. Chi non li ha assaggiati non può capire.