Segnaposto fai da te commestibili: 6 idee

I segnaposto fai da te sono sempre un'accortezza apprezzata, che diventa eccezionale se scegliete di farli commestibili: tra dolcetti, biscotti e crackers avete l'imbarazzo della scelta.

segnaposto-fai-da-te-commestibili

Quando non siete ospiti a cena da qualcuno bensì gli organizzatori, il momento di apparecchiare la tavola è sempre critico: puntate su qualcosa di semplice e carino, a tema e personale, come un segnaposto fai da te. Questo può raccontare di voi, della cena, del commensale cui è destinato, e basta davvero poco per ottenere un effetto incantevole. Ne esistono di tantissime tipologie, ma quelli commestibili sono i miei preferiti: dolcetti, biscottini, soluzioni profumatissime… ho selezionato 6 idee da cui trarre ispirazione.

LEGGI ANCHE 8 errori da non fare quando si apparecchia la tavola

Dopo essermi dedicata alle decorazioni commestibili da appendere all’albero di Natale ho pensato di estendere la stessa tematica, senza tuttavia limitarmi alle Feste ma scegliendo segnaposto fai da te perfetti quasi sempre. Un segnaposto può essere di dimensioni molto importanti o piccino, l’importante è che sia proporzionato rispetto alle mise en place e che non cozzi con i colori primari e lo stile della tavolata. Può richiamarne un elemento, oppure staccare completamente: basta che ci sia un’idea ben precisa alla base.

Segnaposto fai da te commestibili

biscotti-segnaposto

Chiara Cajelli

Per segnaposto commestibili si intende non solo vere e proprie ricette da assaggiare (biscotti, dolcetti) ma anche ingredienti edibili da non mangiare sul momento ma adatti per essere sfruttati in un secondo momento.

Un elegante macaron

segnaposto-macaron

Ryan Ray Photography

I macaron sono il dolcetto perfetto per svolgere questo importante ruolo: è piccolo, elegantissimo, mette appetito, è asciutto e non sporca se appoggiato sul tessuto, ha una superficie delicata ma secca sulla quale scrivere con i coloranti alimentari – se si vuole. Potete farli salati, oppure dolci seguendo il metodo classico.

Biscottini raffinati

Prima dei macaron ho inserito l’immagine di quello che – per me – è un biscottino “raffinato”: delicato, decorato ma senza troppi colori, fine. Ne basta uno di frolla con una traccia di colorante oro o argento in polvere, o poca ghiaccia reale per impreziosirlo quanto basta.

Semplicemente, frutta

segnaposto-arance

stylemepretty.com

Scegliere un frutto come segnaposto è un’idea tanto semplice quanto efficace: a tutti i commensali lo stesso frutto segnaposto, a ciascuno un frutto diverso… come preferite, avrete comunque successo. Potete lasciare il frutto in purezza, attaccando al picciolo un’etichetta personalizzata, oppure decorarlo delicatamente con un po’ di colorante. I miei preferiti? Pere, mandarini e castagne per le stagioni fredde, ciliegie per la primavera e albicocche per l’estate.

Per le Feste

segnaposto-natalizio

fioredimaggioblog.blogspot.com

Per le Feste natalizie c’è davvero l’imbarazzo della scelta ma solitamente si cade sempre sui biscotti: quelli decorati in modo classico, quelli segnaposto… per cambiare un po’, ma rimanendo sempre nel commestibile, ho pensato ai candy cane. I bastoncini di zucchero famosi in tutto il mondo sono divertenti, non macchiano, possono essere portati a casa, faranno impazzire i più piccoli e possono essere di vari colori (rossi e bianchi, rossi bianchi e verdi, dorati etc).

Le erbe aromatiche fresche

segnaposto-rosmarino

pinterest

Perché non sfruttare un rametto di erbe aromatiche, singole oppure miste, come segnaposto? Si potrebbe usare rosmarino e alloro (molto resistenti), salvia (anche fritta), origano fresco. A fine pasto, fornite ai commensali una busta alimentare così che possano portare a casa l’erba aromatica e sfruttarla.

Cioccolatini

Idea banale? Non sono d’accordo: non è così semplice fare in casa i cioccolatini, e non è così semplice posizionarli a tavola se si ha un tovagliato delicato e chiaro. Vi suggerisco la raccolta dei cioccolatini per San Valentino, che possono tuttavia essere preparati tutto l’anno.

Cosa si scrive su un segnaposto

Un elemento che faccia da segnaposto non basta per completare la missione! Potete decidere di scrivere sopra il segnaposto, di attaccare un’etichetta oppure un nastrino, l’importante è che teniate a mente alcuni suggerimenti:

  • se scrivete direttamente sul cibo, ricordatevi di usare inchiostri commestibili: in commercio esistono pennarelli studiati per decorare torte e biscotti;
  • scrivere i nomi dei commensali non vi farà mai sbagliare, ma potete osare mettendo anche soprannomi – consoni – ma che raccontino di un vostro aneddoto personale;
  • se riuscite, includete sempre la data

Dove posizionare i segnaposto

Non ci sono regole ferree per posizionare i segnaposti sulla tavola, nessuno vi bacchetterà le mani, ma qualcuno scrive che sono principalmente due i punti più adatti: davanti ai bicchieri, oppure al centro del piatto fondo ma sopra al tovagliolo. C’è, poi, chi ama metterli accanto al piattino per il pane ove presente, oppure accanto ai calici.