cucina lombarda

ultimi post

La cucina lombarda ha una tradizione estremamente variegata, frutto delle vicende storiche delle sue province e anche della varietà del suo territorio.
Prevalogono piatti a base di riso e pasta ripiena, immancabile o quasi la presenza del burro o dell’olio d’oliva per la cottura e carne di maiale, ovviamente presenti latte e tutti i suoi derivati e le uova oltre all’immancabile polenta che accomuna tutto il nord Italia.
La cucina lombarda può far risalire le sue radici fino all’insediamento celtico nella Pianura Padana, non a caso il piatto più antico è probabilmente il cuz, un piatto a base di agnello di origine sicuramente celtica.
Nei secoli le dominazioni che si sono susseguite hanno incrementato e arricchito questa cucina, non solo con piatti ma anche con modalità di cottura e preparazioni, come
Elencare solo alcuni dei piatti più iconici di questa regione è veramente arduo, tentiamo comunque di segnalarvi quelli che proprio non sono da perdere.

Primi piatti

  • Riso in cagnone, tipico anche del Piemonte, non è un vero risotto, perchè il riso in questo piatto non viene mantecato ma semplicemente lessato
  • Risotto alla milanese: un’icona della città di Milano e di tutta la Lombardia, pari probabilmente solo alla cotoletta alla milanese e al panettone. Gli ingredienti principali di questo piatto sono ovviamente il riso e lo zafferano, da cui prende il colore dorato
  • Casoncelli: tipici del bergamasco, vengono chiamati anche casonsei, sono farciti con carne, grana padano e erbe aromatiche e conditi solo con burro e formaggio
  • Pizzoccheri: tipici della valtellina, sono una pasta secca di grano saraceno
  • Tortelli di zucca: mantovani di origine sono farciti con zucca, amaretti, mostarda, zucchero, grana padano e noce moscata
  • Secondi piatti

  • Cassouela: è un piatto tipicamente invernale tipico della tradizione lombrada, è una specie di stufato con costine, luganega e vverza, spesso vengono aggiunte anche la cotenna di maiale e i piedini
  • Bruscitt: tipici dell’altomilanese, si tratta di un brasato di carne tagliata sottile e cotta nel vino e semi di finocchio
  • Ossobuco: tipico quello alla milanese, preparato con un trito di prezzemolo aglio e limone e servito insieme al risotto come piatto unico
  • Polenta e osei: gli osei sono gli uccellini come tordi o allodole, che vengono rosolati nel burro e cotti allo spiedo
  • Stufato alla pavese: uno stracotto di carne di manzo, spesso viene utilizzato per preparare la farcia degli agnolotti
  • Cotoletta alla milanese: tra i più conosciuti piatti internazionali, la cotoletta deve essere con l’osso e deve essere fritta in olio caldissimo
  • Missoltini: tipici del lago di Como, sono agoni, pesci di lago appunto che vengono salati ed essiccati su apposite ruote, le misolte appunto, poi cotti sulla griglia e serviti con polente abbrustolita
  • Polenta

  • Taragna: tipica della Valtellina, in questa polenta alla farina di granu duro viene aggiunta quella di grano saraceno che rende la polenta più scura
  • Uncia: tipica del comasco, in questa polenta si aggiunge formaggio e burro in cui si è fatto rosolare aglio e salvia
  • Cròpa: anche questa della Valtellina, viene cotta nella panna
  • Pult: preparata con farina di frumento e granoturco
  • Tòch: simile alla uncia, in questo caso però formaggio e burro vengono aggiunti dopo la cottura della polenta e non insieme come nella uncia.

    Dolci

  • Panettone: non potevamo che iniziare la carrellata di dolci con il panettone, il dolce più famoso nel mondo, un lievitato estremamente complesso che richiede almeno 3 giorni di lunga preparazione
  • Colomba: ebbene anche il dolce pasquale più famoso è lombardo, venne inventato a Milano nel 1930 dalla Motta e poi commercializzata
  • Veneziana: tipico della cucina milanese, è una brioche lievitata ricoperto da glassa o da granelli di zucchero, si prepara anche in formato più grande ma normalmente solo per il Natale
  • Bisciola: o panettone valtellinese o pan di fich, è il dolce tipico natalizio valtellinese
  • Amaretti di Saronno: a base di mandorle albume e armelline, uno dei biscotti più conosciuti e amati
  • Mostaccini: biscotti speziati tipici di Crema, viene utilizzato anche come ripieno dei tortellini cremaschi.
  • Sbrisolona: a base di farina gialla e mandorle, tipica mantovana
  • Scoprite con Dissapore come realizzare in casa le pietanze della cucina lombarda, quali sono i migliori ristoranti in Italia che propongono questo tipo di piatti e tutte le curiosità in ambito gastronomico.

    Fricandò di vitello

    La ricetta del fricandò di vitello, un secondo piatto ricco, un arrosto di vitello lardellato con prosciutto crudo e cotto con verdure, tipicamente lombardo.

    0 commenti

    Pan dei morti

    La ricetta del pan dei morti, il dolce di origine lombarda, diffuso nella zona di Milano e della Brianza da preparare in occasione delle feste dei morti il 2 novembre

    0 commenti

    Amor polenta, la ricetta

    La ricetta dell’ Amor Polenta, una torta a base di farina di mais, a cui deve il suo colore ambrato e mandorle, è il “Dolce di Varese” nato dalle mani del pasticcere Carlo Zamberletti che desiderava regalare una ricetta di un dolce che fosse solo della sua città e che portasse con se quindi i ...

    0 commenti