di Massimo Bernardi 21 Dicembre 2014
il meglio della settimana, dissapore

1. Ci avete detto di non scandalizzarci a comando, 32 Euro al kg. per il panettone di Sua Pasticceria Iginio Massari sono tanti ma dovuti. Vi abbiamo preso in parola cercando panettoni più costosi. Ne abbiamo trovati 10, il Knamettone di Ernst Knam costa 65 Euro.

2. I biscotti? Siamo soliti snobbarli, moltissime calorie a elevato tasso di nientismo. Davanti alla raccolta dei biscotti di Natale fatti in casa e fotografati da Rossella Neiadin ci siamo dovuti ricredere.

3. Gli antipasti sono essenziali. Importanti primi e secondi. Ma senza contorni e salse adeguate il pranzo di Natale non sarebbe davvero perfetto.

4. Ristoranti stellati, trapizzini, caviale di baccalà, pollo al mattone, Monfortino e miele al corbezzolo nella seconda parte dello speciele sulle 30 cose più incredibili che abbiamo mangiato e bevuto nel 2014. Qui la prima parte.

5. La gourmetizzazione del junk food è diventata il mantra di Dissapore (1). Ecco di cosa si tratta (per gourmet poco mondani).

6. Ricette per un pranzo di Natale a prova di recessione.

7. Il colpo di genio del Bangla: Eat Alì.

8. Prima e seconda puntata di Masterchef polverizzano i record dell’anno scorso, altro che non sentirne il bisogno. E la nostra Twittercronaca fa parecchio ridere.

9. Tutti i dolci che si mangiano nella prima pasticceria vegana di Venezia.

10. La gourmetizzazione del junk food è diventata il mantra di Dissapore (2). Dopo Lidl ecco un altro supermercato gourmet: Carrefour Market.

1