Ottobre 2009


Allora, vediamo di che pasta siete

Uno non può stendere il bucato sul blog e lamentarsi se chi passa nota che i calzini sono sporchi. Traduzione. Dissapore, in occasione del Pasta Day, non può chiedervi di 1) cucinare un piatto di pasta, 2) fotografarlo, 3) mandarle l’immagine alla sua casella di posta elettronica, 4) attendere sabato 31 per scoprire i nomi ...

0 commenti

United Craccos of America

È record. Il miliardario russo Roman Abramovich paga un conto  di 52.000 dollari (47.221.09 + mancia) al ristorante Nello’s di New York. E senza fiatare. Tre bottiglie di Romanée Conti, due di Chateau Petrus e due magnum di Cristal Rosè, non sono bastate a spegnere la sete dei sei commensali. Appresa la notizia, Carlo Cracco ...

0 commenti

Puzza di bruciato

Non è che, caro lettore, non mi è piaciuta la guida Ristoranti d’Italia 2010 del Gambero Rosso. Il fatto vero è che ne ho abbastanza di certe storie. Ma si possono dare, dico io, 77 centesimi al ristorante Antica Cascina Lenga di Botticino Sera in provincia di Brescia? 77, capìto? Uno in più dell’anno scorso. ...

0 commenti

La frase del giorno

Come ogni volta che deve promuovere un nuovo libro, oggi Arrigo Cipriani dell’Harry’s Bar di Venezia (e molto altro) si è tolto qualche sassolino. [Corriere del Veneto]

0 commenti

Francesco Sposito di Taverna Estia | Cuoco emergente d’Italia 2010

Campania Felix, quest’anno ancora di più. La nuova guida del Gambero Rosso ha decretato Francesco Sposito, giovane chef della Taverna Estia di Brusciano (NA), cuoco emergente per l’anno 2010. Sono già stato in questo ristorante, ma l’ultima volta senza riuscire a toccare cibo. Praticamente, per “accontentare” due amici nello stesso giorno ero a pranzo da ...

0 commenti

Il ristorante, nascondiglio d’amore

La cosa sconvolgente non è la regressione delle ore di sonno, l’ascesa delle conversazioni bisillabiche (Ti-Amo), la sparizione di qualsivoglia altro interesse. La cosa sconvolgente è l’aggressione al ristorante. Quando la passione brucia capita di lasciarsi andare, complice perché no, la calda atmosfera di un ristorante. Vi è mai successo? Sicuri che ristorante possa farle ...

0 commenti

A quale campionato è iscritta La Scaletta di Milano?

L’importante è capire a quale sport stai giocando. Dopo puoi decidere a quale campionato iscriverti. Ora sono il cronista del Campionato dei Locali di Successo, e vedo un locale pieno di tavoli da cinque, sei persone, nonostante l’epopea del parcheggio ed il brusìo che si trasforma in un rombo che pare la carica dei 600 ...

0 commenti

A Fast Good non basta Ferran Adrià, 12 milioni di perdite in 5 anni

Quelli che la sanno lunga su dove-va la ristorazione semplificano: informalità, semplicità, km0, velocità, prezzi contenuti. Filosofia fast good, insomma. Poi, però, scopri che certe prospettive scontate cozzano con i numeri, rispetto ai quali gli scenari ineluttabili si trasformano in chiacchiere o poco più. Proprio Fast Good si chiama la catena di ristorazione di qualità aperta ...

0 commenti

Diciamoglielo noi quali sono le peggiori tendenze al ristorante degli ultimi 10 anni

Spiegatemi per quale oscuro motivo dovrei subire un’altra lista tipo: “le 10 cose bla bla”. Anche i bambini di 5 anni sanno che sono un mezzuccio per attirare attenzione. Prendi quella sulle “peggiori tendenze al ristorante degli ultimi 10 anni” che gira da qualche giorno. Gli americani ci hanno infilato di tutto, o vogliamo considerare ...

0 commenti

Lo sfoglino a domicilio e altre idee scaccia-crisi

Regole di vita moderna. La crisi si batte rinunciando, tagliando contenendo. Capisco, ma non ci sarebbe un piano B? Allora, vediamo… okay, ripartire inventare, imparare. Volete un esempio? Lo sfoglino a domicilio. G-L-O-R-I-O-S-O. Quando ho visto su Facebook lo sfoglino a domicilio ho finito per credere a un Essere Supremo. Graziano Zanacchini offre attraverso Facebook ...

0 commenti

Cos'è l'amor? E' l'àmor, dolcezza

Ci sono dolci per i quali si va pazzi, altri che possono piacere leggermente meno, altri ancora, pochissimi, che sono talmente buoni da risultare trasgressivi. E quando si parla di perversioni gastronomiche, come ben sanno gli amici gurmé, ognuno ha le sue preferite. Mi trovo una domenica mattina a Pontremoli, nella ruvida e verdemetallico Lunigiana. ...

0 commenti