Agosto 2011


Da Peppe a Rotonda: elogio delle osterie poco mediatiche (e della melanzana rossa)

Collocare Rotonda sullo stivale è un esercizio d’ingegno non banale. Facile essere fighi e famosi quando lavori sotto i riflettori di Roma, Milano o Napoli. Qui siamo nel Parco nazionale del Pollino, il più esteso d’Italia, in provincia di Potenza ma al confine con la Calabria. Gestione familiare dal 1980, Da Peppe è un posto ...

0 commenti

Mostra del cinema di Venezia: 10 chiari segnali che avete scelto il ristorante sbagliato

Sbattersi per trovare un ristorante decente ora che Venezia 68 (per i poco avvezzi a Twitter trattasi della Mostra del Cinema) sta ufficilamente per iniziare? Come siete pucci! Siccome la città è costantemente invasa e di conseguenza detesta i turisti, qualunque sia il significato che attribuite al termine decente — economico, buono, alla moda, gourmet ...

0 commenti

Da Monopoli a Bari passando per il Salento: nuovi indirizzi quasi cruciali che la tua guida potrebbe aver dimenticato

Archivio immagonita la Sicilia e punto verso la Puglia, destinazioni sparse e vagamente indefinite. Dopo il viaggio notturno in pullman e un’epica alba sullo stretto — a proposito, qualcuno osa spacciare gli arancini del traghetto per commestibili, ma esperienze precedenti mi suggeriscono di skippare il test — approdo a Monopoli, cambio brigata di amici e ...

0 commenti

Quando il vicino di tavolo rovina la cena al ristorante

Cenando al ristorante, quelli tipo noi, in fondo persone dalla quotidianità normale, possono essere epicamente fortunati: i vicini di tavolo sono la cosa più bella vista in eoni, una specie di ciliegina sulla torta. “Gran parte dei vicini di tavolo ha il tovagliolo annodato al collo e parla solo di cibo – alla mia destra ...

0 commenti

Il nuovo Earl Grey? Non è la mia tazza di tè, strillano gli inglesi alla Twinings

Predisporsi all’autunno sorseggiando non un’altra scimunita lattina di ice-tea, bensì una tazza di Earl Grey preparata con tutti i sacramenti. Cosa c’è di meglio per venire a patti col rientro? Io li capisco gli affezionati clienti che su Facebook e sul blog stanno prendendo Twinings a male-parole. Riunita una cricca di cervelli del marketing in ...

0 commenti

I dolori del giovane critico: a dieta DURANTE le vacanze

Ho avuto l’idea della dieta d’agosto al primo anno di collaborazione con la guida Ristoranti de l’Espresso, quando il curatore era Edoardo Raspelli, il corposo volto Tv di Mela Verde. A luglio mi ero divertito visitando un gran numero di ristoranti, nessun piatto era troppo grasso per me, nessuna cena troppo estrema. Risultato: + 10 ...

0 commenti

Prova d’assaggio: la polpa di pomodoro

11 Prove d’assaggio (una, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci), il test di Dissapore che confronta prodotti della stessa categoria, possibilmente di largo consumo, e un vero trionfo del pomodoro, dalla passata alla polpa di oggi, con la corroborante escursione nella passata fatta in casa. Esploriamo dunque i famosi pezzettoni per segnalare ...

0 commenti

Il meglio della settimana

I post più letti degli ultimi 7 giorni: (1) I russi, i russi, gli americani (del perché simpatizzare con i 6 russi che non hanno pagato 86.000 euro al Billionaire). (2) Prova d’assaggio: la mozzarella del supermercato. (3) 23 cose che non possiamo più mangiare. (4) Cosa mangia e come: radiografia di un automobilista italiano ...

0 commenti

Eroi di cartone: gli ucraini si pentono e pagano il conto al Billionaire di Briatore

Il 4 agosto avevano smaltito la costosa falda champagnifera del Billionaire di Porto Cervo, 86 mila euro per 92 bottiglie di champagne, 900 euro l’una, più una magnum da 6 litri e un brindisi finale col whisky. Per questo, cioè per aver sbeffeggiato l’ultimo di una smargiassa cricca di manipolatori che ha agitato più di ...

0 commenti

Vi leggiamo! I 10 migliori commenti della settimana

Quali souvenir commestibili avete portato a casa dalle vacanze? Il 26 agosto 2011 alle 13:09 stefano r ha detto: “Di ritorno dalla Namibia ho riportato la biltong, tradizionale carne secca di antilope e gazzella (per la precisione Orici e Kudu). Lì si mangia a pezzettini come snack, qui pensavo di affettarla sottile e di condirla ...

0 commenti

Quali souvenir commestibili avete portato a casa dalle vacanze?

Come ebbe a motteggiare ere fa un mistificatore di talento: “il lardo di Colonnata o lo trovi a Colonnata o su…”[inserire url a scelta]. Non è così per tutta una fronda di fautori del souvenir commestibile comprato in loco, esperienza come potete immaginare — inimmagibile, specie se paragonata all’acquisto tutto bit e carta di credito ...

0 commenti